×

Dove soggiornare in Sardegna nel 2021

Visita le spiagge incontaminate della Penisola del Sinis e soggiorna in una splendida pinnetta sarda con piscina e giardino privati

Ci sono luoghi nascosti e zone ancora poco conosciute della Sardegna e questo, a dispetto di quello che molti potrebbero pensare, è un vantaggio. Il fatto che tali luoghi siano rimasti selvaggi e incontaminati li rende oggi più attraenti che mai.

Uno di questi luoghi è la penisola del Sinis, patrimonio naturalistico e archeologico.

Situata nella costa centro occidentale della Sardegna è riconosciuta dalla Commissione europea come destinazione ‘Eden’ (Destinazioni europee di eccellenza).

Con i suoi diciannove chilometri di ecosistemi naturali variegati e spiagge meravigliose, a questa penisola non manca proprio niente. Dune di sabbia, falesie, cale, scogliere e spiagge di quarzo, aree marine protette e oasi naturalistiche, stagni di sale abitati da fenicotteri rosa, città archeologiche e nuraghi, necropoli e statue di giganti.

Nella parte settentrionale della penisola si trovano le bellissime spiagge di Putzu Idu, S’Arena Scoada, Sa Mesa Longa e S’Archittu. Nella parte sud, invece, le famose spiagge di quarzo come Is Arutas, Mari Ermi e Maimoni.

L’eterogeneità dei paesaggi permette di rilassarsi in un angolo silenzioso e tranquillo o di sfruttare il vento di maestrale per divertirsi con sport acquatici quali surf, windsurf, kayak o paddle. Chi ama l’avventura può scegliere di visitare i resti archeologici che si trovano nei fondali facendo snorkeling, o godere di una giornata in barca a vela e al tempo stesso visitare le splendide cale e scogliere, oppure ancora spingersi fino la splendida Isola di Malu Entu, un’area marina protetta.

Ma non ci sono solo spiagge, archeologia e paesaggi meravigliosi.

Il Sinis ha anche un ricco patrimonio enogastronomico che va da una gran varietà di molluschi e pesci dei mari, alla tradizione degli impasti sino al gioiello culinario che è la bottarga di Cabras.

Tutto da insaporire con le erbe aromatiche della macchia mediterranea quali rosmarino, alloro, menta o origano, che crescono spontaneamente lungo tutta la Penisola.
Cosiccome i vitigni dalla storia millenaria che caratterizzano le campagne di quest’area della Sardegna. Il più famoso e caratteristico è il vernaccia, un vitigno autoctono a bacca bianca il cui vino viene affinato tramite la lievitazione di lieviti indigeni, detti lieviti flor. Questo vino è particolarmente pregiato per le sue caratteristiche sensoriali e il suo aroma inconfondibile.

E tra le campagne del Sinis si trova anche Is Cheas, il nostro luxury hotel and wine farm, dove si può soggiornare in una Suite pinnetta con piscina e giardino privati.

Si tratta di quattro esclusive Suite con ingresso autonomo. Ognuna dispone di una piscina privata e di un giardino con zona relax ed è circondata da vigneti e montagne, immersa nella serenità di una tranquilla campagna.

Cenare sotto le stelle.

Gli chef di questa lussuosa azienda vinicola vi delizieranno ogni sera con un’esperienza enogastronomica di alto livello.

Una cena con menù degustazione a cinque portate alla scoperta dei sapori e dei migliori vini di questa penisola, sotto un pergolato di vetro il cui tetto si apre sul celo estivo della Sardegna.